Home » Blog » Location, location, location

Location, location, location

Come possiamo incrementare il fatturato di un hotel anche se non siamo in riva al mare o in centro città?

Molte volte sono stato contattato da imprenditori per un giudizio sulla possibilità che una struttura ricettiva potesse produrre o meno reddito.

La prima risposta è stata sempre la stessa: dove si trova la tua struttura?

A volte gli imprenditori che vogliono aprire un hotel, un Bed & Breakfast o affittacamere, sono portati a ragionare con il cuore, seguono l’istinto piuttosto che la ragione.

Ecco alcune domande da porsi prima di pensare di investire in un progetto di ospitalità:

  1. L’area in cui si trova ha vocazione turistica o commerciale?
  2. A quale distanza si trova la prima destinazione che può considerarsi attrattiva?
  3. È facilmente raggiungibile dalle principali vie di comunicazione?
  4. Ci sono competitor nelle vicinanze?
  5. Ha uno storico di presenze e fatturato importante da giustificare un investimento?

Solo dopo aver considerato questi aspetti suggerisco di approfondire l’analisi e ragionare seriamente sulla possibilità di procedere all’investimento o meno.

Cosa fare quindi se il nostro imprenditore vuole comunque investire anche se la struttura non rispetta alcuni o nessuno dei criteri sopra menzionati?

Il suggerimento è stupire e differenziare!

Mettere a disposizione dei futuri ospiti servizi esclusivi che i loro competitor non sono in grado di offrire. Creare destinazioni uniche, singolari, particolari ed incrementare il fatturato di un hotel anche se non siamo in riva al mare o in centro città.

Qualche esempio?

  1. Servizi benessere unici. Perché non creare alcune camere con servizi benessere esclusivi? A livello locale potrebbero essere sfruttate anche per accessi giornalieri che in bassa stagione aiutano ad incrementare il fatturato.
  2. Sale per eventi congressuali, se ben organizzate possono essere attraenti per le aziende che cercano location comode per incontrarsi. Perché poi non proporre attività collaterali per i partecipanti legate alle caratteristiche del territorio?
  3. Puntare sulla qualità della cucina che, se ben gestita, potrebbe essere il volano di una domanda turistica alla ricerca delle prelibatezze enogastronomiche che da sole valgono il viaggio ed il soggiorno.

Qualche altro suggerimento? Contattaci scrivendo una mail a info@besthospitality.it

Leggi anche il caso di studio https://besthospitality.it/casi-studio/nuovi-servizi-e-rebranding-gg8-hotel-suite-spa/

Condividi questo articolo su

Articoli correlati

Strategia

Il controllo di gestione 
Non lasciare alla provvidenza i numeri del tuo hotel. Il controllo di gestione è quell'attività che ti permette di tenere sotto controllo l'andamento della tua struttura

Strategia

Come aumentare il fatturato del tuo hotel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *